Santa Maria Maggiore

1) Il nome esatto è Basilica patriarcale Maggiore Arcipretale Liberiana di Santa Maria Maggiore

2) Tra le quattro basiliche papali di Roma, è la sola ad aver conservato la primitiva struttura paleocristiana

3) L’edificio, comprese le scalinate esterne, costituisce area extraterritoriale a favore della Santa Sede. Non è cioè territorio del Vaticano, ma territorio italiano con il privilegio del diritto di extraterritorialità. Essendo l’ampia scalinata posta ai piedi dell’abside anch’essa extraterritoriale, è oggi delimitata da una cancellata metallica, allo scopo di impedire che vi sostino dei passanti. Infatti, nel caso si rendesse necessario l’intervento di forze dell’ordine italiane, ciò creerebbe difficoltà giuridiche, poiché le autorità italiane hanno il divieto assoluto di accesso all’area.

4) Il campanile romanico di S. Maria Maggiore è alto 75 metri ed è il più alto di Roma

5) Una delle campane è detta “La Sperduta” e suona appena dopo le 21. Secondo una leggenda risalente al XVI secolo, quando una pastorella cieca si era persa nei prati intorno all’ Esquilino, furono fatte suonare di sera le campane della Basilica di Santa Maria Maggiore perché i rintocchi guidassero la pastorella verso casa: la pastorella non tornò mai più, ma le campane continuarono a chiamarla; da qui il rito serale detto appunto della “Sperduta”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: